FORCHETTA AZZURRA

I progetti azzurri descrivono la catena produttiva e distributiva degli alimenti per rendere le persone consapevoli in merito alla conoscenza di prodotti locali d’eccellenza e di essere in possesso degli strumenti per scegliere un cibo buono, come ad esempio saper leggere l’etichetta dei prodotti. I differenti formatori illustreranno le esperienze della produzione agricola biologica ed ecosostenibile bresciana, i processi produttivi degli alimenti nel rispetto dell’ambiente, le differenti modalità di produzione, i processi produttivi compatibili con il rispetto della natura e dei suoi equilibri.

 

 

“Il pane sospeso: solidarietà e produzioni naturali con i grani antichi”. Questo il tema dell’iniziativa realizzata sabato 12 dicembre a Palazzo Martinengo Colleoni, sede di BREND, a Brescia con i panificatori che, dopo aver contribuito durante tutto il 2015 alla raccolta di pane per famiglie in stato di bisogno, hanno offerto il pane artigianale prodotto con diversi cereali e metodo naturale. L’incontro è stato organizzato dal Comune e dalla Cooperativa sociale Aesse – Ambiente Solidarietà, nell’ambito del progetto di educazione alimentare “AliMENTaRSI – Impariamo mangiando”. Per l’occasione si è discusso del pane e del suo importante ruolo per una sana alimentazione, ripercorrendo l’uso dei cereali nelle culture e tradizioni passate. A parlarne è stato il professor Gabriele Archetti, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Direttore scientifico del progetto di ricerca interdisciplinare “La civiltà del pane”. Hanno partecipato anche Simone Pieragostini, componente del Consiglio Nazionale F.I.P.P.A. (Federazione Italiana Panificatori Pasticceri ed Affini), Piergiorgio Giorilli, Maestro Panificatore, Francesco Mensi, Presidente Sindacato Panificatori, Vincenzo Conti, Vice Presidente Sindacato Panificatori, Armando Guerini di “Voglia di Pane” e Gianclaudio Cancarini della Cooperativa sociale Aesse.

 

blu
bambino straniero