CUCCHIAIO GIALLO

Le attività che si raccolgono sotto al “cucchiaio giallo” descrivono i rapporti tra cibo e società globalizzata al fine di diffondere l’interesse e la curiosità verso nuove proposte alimentari, nuove contaminazioni alimentari dei menù tradizionali, nuove botteghe alimentari inserite nella tradizione storica e nello sviluppo urbanistico della città, colori, sapori e profumi di alimenti differenti. Le attività e gli strumenti messi in campo mirano a fare capire al pubblico di riferimento il valore della conoscenza attraverso il cibo, le differenti abitudini alimentari, le diverse botteghe di commercio degli alimenti, le differenti modalità di preparazione, i gusti e i colori dei cibi degli altri popoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 19 novembre, a Palazzo Martinengo Colleoni, sede di BREND, Amministrazione comunale, Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia, Università degli Studi di Brescia e studenti di differenti Istituti Secondari di Secondo grado della città si sono incontrati per parlare dell’importanza e del nuovo ruolo che l’educazione alimentare deve assumere nel percorso di studi, dopo Expo. Per l’evento, “L’alfabeto del cibo. Il ruolo dell’educazione alimentare nel curriculum scolastico”, sono intervenuti il vicesindaco Laura Castelletti, la dottoressa Alessandra Valerio, Università degli Studi di Brescia e la professoressa Elena Lazzari, dirigente dell’Istituto Tecnico Commerciale Abba – Ballini di Brescia. Durante il convegno, parte del progetto “Alimentarsi – Impariamo Mangiando”, è stato presentato “L’alfabeto del cibo”. Si tratta di un breve opuscolo realizzato dall’associazione culturale UNTERdenLINDEN con lo scopo di definire un approccio didattico essenziale ai temi dell’educazione alimentare.

 

giallo
FOTO BAMBINA STRANIERA w